#neilibrilamiastoria | Intervista ad Alessia Polli, Fandango Libri

3 b

Nata da un'idea di Domenico Procacci, Fandango è una casa di produzione romana che si occupa di distribuzione cinematografica e televisiva, ma nel corso degli anni è diventata anche un’etichetta musicale, una web radio, un caffè letterario nel centro di Roma, una factory di talenti e una casa editrice. Fandango Libri fa parte di un gruppo editoriale indipendente che riunisce quattro editori. Ne abbiamo parlato con Alessia Polli, editor di narrativa italiana e straniera in Fandango.

Fandango Libri fa parte di un gruppo editoriale indipendente che comprende al suo interno anche Coconino Press, Becco Giallo e Playground. Cosa pubblicano e in cosa si differenziano dalla vostra casa editrice?

Coconino Press è una casa editrice di graphic novel d’autore che pubblica tra i più importanti disegnatori italiani e stranieri. Ci sono dei grandi nomi come Gipi, Manuele Fior, Davide Toffolo, Igort, Davide Reviati. Sono nomi conosciuti anche fuori dall’Italia, importanti a livello internazionale. E poi Coconino pubblica anche molti grandi autori stranieri come Charles Burns, Daniel Clowes, David Mazzucchelli, Jirō Taniguchi. Quest’anno Coconino ha esordito con una nuova collana, Gekiga, che propone al pubblico italiano gli autori storici del graphic novel giapponese, fino a ora inediti nel nostro paese. Il fondatore e direttore editoriale del marchio Coconino Press è lo stesso Igort. Anche BeccoGiallo è una casa editrice di graphic novel e fumetti, però con una propensione maggiore alla non-fiction, infatti nasce dalla volontà di raccontare storie vere attraverso il disegno: dalla cronaca nera, alle biografie, alla Storia. Raccontano i grandi casi di cronaca italiani, le stragi, le inchieste. Il loro best-seller è la storia di Peppino Impastato, per intenderci. Quest’anno hanno avuto grande successo con un libro che si discosta un po’ dalla loro linea editoriale, ma che potrebbe rappresentare una nuova direzione a cui aprirsi: Crescere che palle di Sarah Andersen. Sarah ha un enorme successo fra i ragazzi, all’ultimo Napoli Comicon si sono create delle file lunghissime per il suo firma-copie! Playground, invece, è una casa editrice molto raffinata. Esiste da una decina d’anni e da quattro fa parte del nostro stesso gruppo editoriale. Pubblica otto, nove titoli l’anno di narrativa essenzialmente straniera. Più che “narrativa” io la definisco “letteratura” perché I suoi autori sono scrittori di livello mondiale: fra questi Edmund White, considerato uno dei più grandi autori di lingua americana contemporanea, e la scrittrice britannica Helen Humphreys. Il direttore editoriale di Playground è Andrea Bergamini.

Tornando a parlare di Fandango, qual è stato il titolo più importante nella storia della vostra casa editrice?

Credo di parlare anche a nome di Tiziana (che in Fandango è direttrice editoriale ed editor di saggistica, e che abbiamo intervistato qui, ndr), se dico che il nostro libro più importante è stato Apnea di Lorenzo Amurri, che ci ha tristemente lasciato pochi mesi fa. È un libro a cui non possiamo che essere molto legati.

 

>>> Scopri il consiglio di lettura di Alessia <<<

Prenota i libri di Fandango Libri su GoodBook.it e decidi in quale libreria ritirarli.

Facebook Twitter Share on Google+
Inserito il Consigli di lettura, News, Interviste;
Taggato Alessia Polli, Fandango Libri, Nove racconti, J.D. Salinger, #neilibrilamiastoria;
Inserito 3 anni fa

Inserisci il tuo commento

Assicurati di aver effettuato l'accesso per poter commentare . Accedi Qui.

Commenti

Nessuno ha ancora commentato questa pagina.

RSS feed per i commenti a questa pagina | RSS feed per tutti i commenti

Newsletter
Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi

Twitter

© 2019 La scimmia dell'inchiostro

Login

×