I consigli del lettore | New York Stories a cura di Paolo Cognetti

New York Stories

Laura, una nostra lettrice, ci consiglia un libro che ci fa viaggiare in una delle città più belle al mondo: New York. Scoprite tutti i suoi consigli di lettura nella pagina Facebook Zig zag tra i libri!

"Questa isola che galleggia su acqua di fiume come un iceberg di brillanti, chiamatela New York, chiamatela come vi pare; il nome non ha importanza poiché, venendo dalla più greve realtà dell'altrove, si è solo in cerca di una città, di un luogo dove nascondersi, dove perdersi o ritrovarsi, dove fare un sogno in cui si abbia la prova che forse, dopo tutto, non si è un brutto anatroccolo, ma si è meravigliosi, degni di amore".
Truman Capote 
New York (1946)

Per parlarvi di New York Stories ho voluto iniziare con questa frase di Capote, contenuta nel suo racconto, perché penso sia di una verità disarmante.
Il libro, curato da Paolo Cognetti, è una raccolta di 22 storie scritte da nomi più o meno famosi della letteratura mondiale, i quali hanno descritto, ognuno a suo modo, con il proprio stile, questa grande metropoli. Diviso in sezioni, con brevi introduzioni del curatore per ognuna, ci racconta un secolo: il Novecento. Dagli anni venti con le grandi migrazioni, il Proibizionismo, il jazz, i gangster, agli anni ribelli del movimento beat, a quelli dell'opulenza fino una mattina del 2001, in cui qualcuno ha immaginato di distruggere la città e quello che rappresenta.

Ma New York non è fatta solo di grattacieli, strade, ponti; sono gli abitanti a darle voce, a renderla quello che è. Chi sono allora i newyorchesi? Quasi tutti gli autori sottolineano come la Grande Mela non è la città di chi ci è nato, ma, come dice Fitzgerald, quella di chi l'ha molto desiderata e ha dovuto combattere per farne parte.

A me sono piaciuti molto i racconti di Mario Soldati e Bernard Malamud. Il primo descrive gli italo-americani, il loro essere una comunità a parte, con le loro tradizioni, la loro mentalità ferma all'epoca della loro emigrazione. Mentre il secondo dà voce all'anima ebraica, con un allievo rabbino alla ricerca di una moglie. Per trovarla si rivolge a un sensale, una figura antica e onorevole, tenuta in grande considerazione tra gli ebrei. Ma, come spesso accade nelle faccende amorose, le cose non andranno come previsto. Sono sicura che ognuno di voi troverà il suo racconto preferito!

Un brano più autobiografico è quello di Oriana Fallaci che narra la venuta a  New York di Pasolini. Dieci giorni di scorribande ad Harlem, nel Village, oppure al porto o nei bar. Dieci giorni per innamorarsi della città.

Voi ci siete già stati a New York? Io, come molti dei personaggi di questo libro, me ne sono fatta un'idea totalmente mia. Spero di poterci andare presto per vedere, come hanno fatto loro, cosa ci sia realmente dietro le tante parole spese per la Grande Mela.

Intanto che ne dite di portare New York Stories in vacanza con voi?
Magari progettando un viaggio oltreoceano! 

Buona lettura.

LAURA2 Laura, 45 anni, Milano.

 

Prenota New York Stories e decidi in quale libreria ritirarlo.

Titolo: New York Stories
Autore: Paolo Cognetti (a cura di)
ISBN: 9788806228019
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Pagine: 386

Facebook Twitter Share on Google+
Inserito il Consigli di lettura;
Taggato New York Stories, Paolo Cognetti, Einaudi;
Inserito 3 anni fa

Inserisci il tuo commento

Assicurati di aver effettuato l'accesso per poter commentare . Accedi Qui.

Commenti

Nessuno ha ancora commentato questa pagina.

RSS feed per i commenti a questa pagina | RSS feed per tutti i commenti

Newsletter
Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi

Twitter

© 2019 La scimmia dell'inchiostro

Login

×