I consigli del lettore | Maestro Utrecht di Davide Longo

Maestro Utrecht

La nostra lettrice Laura ci consiglia un libro edito da NN EditoreScoprite tutti i suoi consigli di lettura nella pagina Facebook Zig zag tra i libri!

«La prima parola che insegnava loro era cane. La seconda, pace.
Dovevano scriverla dieci volte al giorno, cinque in corsivo prima di andare a letto e cinque in stampatello appena svegli. Recitarla entrati in classe al posto di "Buongiorno, maestro" e al suono della campanella, invece di "Arrivederci, maestro". 
La terza, quarta e quinta erano il proprio nome, viaggio e Utrecht. Poi venivano: cavallo, canale, albero, montagna, Svizzera, uccelli, Germania, antenato, plenipotenziario, musica, Olanda e il verbo essere al presente e al passato remoto. Il verbo avere e volere non hanno bisogno di essere spiegati, diceva, perché, come l'erba cattiva, crescono da soli».

Questo è l'incipit del libro, dove l'autore Davide Longo ci introduce uno dei protagonisti del romanzo: il maestro Utrecht. Un tipo fuori dagli schemi, ribelle ai modi accademici, che insegna ai bambini. Maestro Utrecht, già nel primo capitolo, lascia il suo villaggio e inizia a spostarsi di città in città e noi lo seguiamo nel suo peregrinare. 
Longo, che è anche la voce narrante del libro, ci racconta il modo di vivere del maestro, sempre ai margini, vicino ai più deboli, ai bambini o a contatto con la natura. 
Ai capitoli su maestro Utrecht si alternano quelli sull'autore che si trova in Olanda, ospite del programma per scrittori City Books, con il compito di redarre un testo sulla città di Utrecht e sulla Pace lì firmata nel 1713. Egli aggiunge spaccati della sua vita privata e il lettore si trova così a seguire due esistenze: quella del maestro, quasi fiabesca e quella decisamente più realistica dello scrittore. 
Mentre si trova in Olanda, Longo viene per caso a conoscenza della storia di Stefano M, un italiano trovato morto sotto il viadotto autostradale. Nessuno si presenta al suo funerale, solo un poeta dell'associazione Lonely Funeral scrive per lui un elogio funebre e riceve una mail di ringraziamento in risposta. L'autore decide di indagare.
Come i poeti, non vuole che quell'esistenza sia destinata all'oblio.

Tra maestro Utrecht e Stefano M. ci sono collegamenti? Il libro procede su un doppio binario, di cui non voglio svelarvi troppo! Mi preme invece parlarvi di uno dei temi del romanzo che ho trovato decisamente interessante: il modo in cui Longo affronta la diversità. Il suo farci intendere, senza però trarre conclusioni - lasciate al lettore -, come diverso non significhi peggiore, può ridestare i nostri sensi, farci vedere le cose sotto un differente punto di vista ed essere fonte di ricchezza.

Maestro Utrecht è altresì un esempio di metascrittura. L'autore ci descrive come nascono le storie, usando la metafora della formica tagliafoglie: questa non mangia le foglie, ma le porta in una cella sotterranea e aspetta che grazie al buio e al calore vadano in decomposizione, producendo sulla loro superficie un fungo, fonte del suo sostentamento. Così lo scrittore non si ciba di vita propria o altrui, ma ne ritaglia porzioni, le trascina nella tana e le lascia fermentare il tempo necessario affinché nascano le storie.

Un libro poetico, intelligente, in cui ogni lettore può trovare uno spunto di partenza per diverse riflessioni. In sole 156 pagine sono condensate più storie: quella di maestro Utrecht, dell'autore, dell'arte di narrare, di diversi modi di vivere. Un libro che parla a noi e di noi, come esseri umani.

Consigliato! 

LAURA3 Laura, 45 anni, Milano

Prenotalo e decidi in quale libreria ritirarlo.

Titolo: Maestro Utrecht
Autore: Davide Longo
ISBN: 9788899253219
Editore: NN Editore
Collana: ViceVersa
Pagine: 156

Facebook Twitter Share on Google+
Inserito il Consigli di lettura;
Taggato Mestro Utrecht, Davide Longo, NN Editore;
Inserito 3 anni fa

Inserisci il tuo commento

Assicurati di aver effettuato l'accesso per poter commentare . Accedi Qui.

Commenti

Nessuno ha ancora commentato questa pagina.

RSS feed per i commenti a questa pagina | RSS feed per tutti i commenti

Newsletter
Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi

Twitter

© 2019 La scimmia dell'inchiostro

Login

×