Editoriale | #Booksforfuture: libri per capire (e fermare) il cambiamento climatico

climatechange

Lo scorso 15 marzo centinaia di migliaia di persone, soprattutto studenti, hanno partecipato al Venerdì per il futuro (o Sciopero scolastico per il clima), una mobilitazione globale per chiedere ai governi politiche immediate e incisive contro il cambiamento climatico e il surriscaldamento globale. L'Italia è stata uno dei paesi al mondo in cui sono state organizzate il maggior numero di manifestazioni: c'erano centomila persone a Milano, diecimila a Firenze, seimila a Roma e molte altre in molte altre città. 

L'appello che ha dato vita a questa grande mobilitazione, però, arriva dalla Svezia e in particolare da una ragazzina di soli sedici anni, ormai diventata la leader del movimento ambientalista studentesco: Greta Thunberg. Come ha raccontato nell'autunno 2018 alla TEDxStockholm, Greta ha iniziato a interessarsi ai problemi ambientali a soli 8 anni. La consapevolezza del problema del surriscaldamento globale è giunta a una svolta nell'estate del 2018, un'estate particolarmente calda che ha provocato numerosi incendi nel suo paese: dal 20 agosto al 9 settembre del 2018 Greta ha saltato la scuola per manifestare ogni giorno davanti al Parlamento svedese durante la campagna elettorale delle ultime elezioni politiche, chiedendo ai candidati un maggiore coinvolgimento nelle tematiche ambientali. Dopo le elezioni, Greta è tornata a scuola, ma si assenta comunque ogni venerdì per proseguire la sua protesta davanti al Parlamento al grido di Skolstrejk för klimatet (sciopero scolastico per il clima) e #FridaysForFuture

Greta è stata anche proposta per il prossimo Premio Nobel per la Pace, e da qualche giorno è uscito nelle librerie italiane il suo primo libro La nostra casa è in fiamme (Mondadori) in cui insieme ai genitori e alla sorella racconta la sua storia di lotta a favore di un futuro migliore.

9788804717188 0 221 0 75
I nostri figli ci accuseranno? si chiede il filosofo Serge Latouche, esplorando il rapporto tra generazioni alla luce della crisi ecologica in un recente saggio pubblicato in Italia da Castelvecchi. I nazionalismi possono risolvere i problemi legati all’ineguaglianza e ai cambiamenti climatici? Si domanda Yuval Noah Harari in una delle sue 21 lezioni per il XXI secolo (Bompiani). Perché abbiamo paura quando non dovremmo e non ne abbiamo quando dovremmo, ignorando completamente i veri problemi di oggi: il cambiamento climatico, la fine delle risorse, il consumo del suolo? E' il quesito che esplora Mario Tozzi nel suo Paure fuori luogo. Perché temiamo le catastrofi sbagliate (Einaudi).

Le domande da farsi per fermare il cambiamento climatico sono complesse e sono tante, quello che è certo è che dobbiamo iniziare a cercare una risposta da subito. Ci proviamo, nel nostro piccolo, suggerendovi qualche lettura per cominciare, almeno, a inquadrare il problema.

 

INQUADRARE IL FENOMENO

               

 

 CAMBIAMENTO CLIMATICO E CONFLITTI

              

 

 PER BAMBINI E RAGAZZI PIU' CONSAPEVOLI

          

 

A PARTIRE DA NOI

           

 

E se volete approfondire l'argomento del cambiamento climatico, ecco qualche consiglio dalla nostra redazione:

UN'ASSOCIAZIONE

Italian Climate Network, il movimento italiano per il clima, è nato dal network globale 350.org ed è un’associazione di cittadini, aziende, organizzazioni, scienziati e appassionati del clima impegnati nell’affrontare e risolvere la questione climatica al fine di assicurare all’Italia un futuro sostenibile. Scopri tutte le loro iniziative!

UNA PROGRAMMA RADIO

AdattaMenti, riflessioni sul clima che cambia è una trasmissione di Radio Città del Capo sull’ambiente e gli effetti che su di esso produce il nostro stile di vita. Un luogo per riflettere di cause ed effetti del climate change e cercare nuovi punti di vista e prospettive per evitare di distruggerci il futuro. A cura di Riccardo Tagliatisi può ascoltare anche qui.

 

 

In copertina una foto dalla manifestazione del 15 marzo 2019 a Milano (AP Photo/Luca Bruno) 

Facebook Twitter Share on Google+
Inserito il Consigli di lettura;
Inserito 8 mesi fa

Inserisci il tuo commento

Assicurati di aver effettuato l'accesso per poter commentare . Accedi Qui.

Commenti

Nessuno ha ancora commentato questa pagina.

RSS feed per i commenti a questa pagina | RSS feed per tutti i commenti

Newsletter
Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi

Twitter

© 2019 La scimmia dell'inchiostro

Login

×