Parti con GoodBook.it | Barcellona, la guida di Quisilegge

barcellona

Barcellona è una delle città che amo di più e nella quale torno spesso. L'ho percorsa in lungo e in largo, ci ho trascorso ponti e feste comandate, ho soggiornato in casa e in hotel ma non l'ho mai vista con gli occhi delle donne protagoniste del bellissimo romanzo di Roberta Marasco, Lezioni di disegno (Fabbri, 2018), ambientato in parte nella Barcellona di oggi, in parte nel periodo della fine del franchismo.

Lezioni di disegno è la storia di Julia, delle sue sorelle Anna e Olga, della madre Gloria e della nipote Abril, tre generazioni di donne che vediamo confrontarsi su temi assolutamente moderni: amore, passione, diritti, democrazia, violenza.

Julia rientra a Barcellona durante la verbena di San Joan (la notte tra il 23 e 24 giugno) per vendere la bella casa di famiglia dopo la morte della madre Gloria. Ha appena chiuso una convivenza, non ha una casa, non ha un lavoro,

...poteva praticamente prendere la sua vita e infilarla in uno zaino, tanto era leggera.

Julia ama disegnare, glielo ha insegnato la madre, ma qualcosa blocca il suo talento e non riesce più a prendere in mano una matita.

A Barcellona viene accolta dalla freddezza della sorella maggiore Anna che, per non infastidire il marito prossimo a entrare in politica, la costringe a dormire proprio nella casa di famiglia in vendita, una splendida villa a Pedralbes, l'elegante quartiere residenziale della borghesia che sosteneva il regime di Franco.

La casa, peraltro, è già occupata dalla giovanissima Abril, figlia ribelle di Olga, la sorella minore che lasciò la famiglia dopo essere rimasta incinta a soli 17 anni. Abril è in rotta con la madre come Olga lo era col padre, un uomo freddo e inflessibile che non poteva accettare dalle donne di casa pensieri o azioni che uscissero dal suo rigido schema conservatore.

In casa Julia trova il vecchio telefono della madre, lo accende e legge un messaggio che la turba: un albergatore chiede conferma per un soggiorno imminente non sapendo, evidentemente, del decesso di Gloria. Tante domande si affollano nella mente di Julia che ricorda la madre come una donna "bigotta" non certo incline a fughe romantiche. Tante le scatole cinesi che rapidamente si aprono e ci raccontano la vera Gloria, le sue sofferenze, la solitudine e la sua ribellione silenziosa alle regole imposte dal suo status e da suo marito. Tuttavia Giulio, un fotografo ribelle che per scappare dalla polizia trova rifugio nella cattedrale di Santa Maria del Mar dove Gloria partecipava alla messa, consente alla giovane donna di respirare a pieni polmoni l'aria del 1976, un anno importante per Barcellona che, con i primi concerti concerti rock e le manifestazioni femministe, sta decidendo verso quale futuro andare. Anche Gloria, esattamente come la sua città, si trova davanti a una scelta: restare ferma, accanto al marito, o spiccare il volo verso l'ignoto con Giulio.

Le scelte di Gloria, custodite nella casa, aiuteranno le sorelle a rileggere la propria vita e quella dell'intera famiglia.

Il vero amore è come una sorgente sotterranea, possiamo provare a nasconderlo, ma troverà sempre il modo di arrivare in superficie. E più lo soffochiamo, più sarà violento quando proromperà.

Amore vero è quello di Roberta Marasco per Barcellona, "personaggio" a tutti gli effetti del romanzo, tanto da meritarsi, alla fine, i ringraziamenti dell'autrice:

maltrattata, sfruttata, amata, trasformata, snaturata, travestita, calpestata e fotografata da migliaia di turisti che non sempre hanno il tempo o la voglia di guardarla davvero e di cercarne l'anima...Barcellona ha imparato a tenersela ben stretta, l'anima, e quando ti strizza l'occhio facendoti credere di averla conquistata, in realtà ti sta solo sfidando a continuare a cercarla.

E così, Lezioni di disegno mi ha fatto tornare la voglia di volare a Barcellona per cercarne l'anima attraverso gli occhi e i luoghi di Gloria e di Julia: la Cattedrale di Santa Maria del Mar, Pedralbes, la Boqueria, la Barceloneta e, naturalmente il Blau. Non vi è detto che cos'é il Blau? Allora dovete proprio leggere il libro!

 

Paola del blog Quisilegge

 

 


 

FB 10BLOGGER2

Parti con GoodBook.it ti porta ogni settimana alla scoperta di un luogouna cittàuna nazione, un territorio attraverso i libri più belli che lo raccontano. A farti da guida, per ogni luogo un book-blogger diverso, esperto appassionato del posto e della letteratura in questione. L'appuntamento è sempre di martedì per tutto luglio e agosto, sempre qui su La scimmia dell'inchiostro, il blog di GoodBook! 

Facebook Twitter Share on Google+
Inserito il Consigli di lettura;
Taggato #particongoodbook, Quisilegge, Barcellona;
Inserito 3 mesi fa

Inserisci il tuo commento

Assicurati di aver effettuato l'accesso per poter commentare . Accedi Qui.

Commenti

Nessuno ha ancora commentato questa pagina.

RSS feed per i commenti a questa pagina | RSS feed per tutti i commenti

Newsletter
Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi

Twitter

© 2018 La scimmia dell'inchiostro

Login

×