La valigia del blogger | Diana, Non riesco a saziarmi di libri

valigia diana

L’estate è come una lunga epifania. Un’alba in riva al mare, un tramonto in città, il sole accecante, il cielo stellato in montagna. Ogni giorno ci regala un sussulto, un sospiro. Ripensiamo all’anno trascorso, fantastichiamo su cosa succederà, viviamo l’oggi come se non ci fosse un domani. 

Per un lettore questa deliziosa sensazione di benessere è ancora più amplificata. L’estate del lettore, infatti, si dilata a dismisura. Le parole lo fanno viaggiare con il corpo e con la mente. Le frasi vengono sottolineate, segnate su un taccuino, con la promessa di ricordarle a stagione finita. Quella del lettore è un’estate fatta di libri brevi, lunghi, lunghissimi; acquistati per l’occasione o accumulati durante l’anno. Quello che conta è che ciò che scegliamo di leggere sia avvincente, unico, d’ispirazione, commovente, indimenticabile.

Quando Goodbook.it mi ha chiesto di raccontare la mia estate librosa, ho iniziato a ripercorrere tutte le mie estati da lettrice e mi sono ritrovata a voler rivivere quelle sensazioni e quelle emozioni che mi hanno regalato alcune letture.

L’estate è finita, l’autunno sta arrivando e il nuovo anno si avvicina. C’è bisogno di ispirazione, storie belle, fiducia nel domani e di rivivere quella deliziosa sensazione di benessere che solo un libro letto in estate ti sa regalare.

Ecco quindi cinque letture indimenticabili che hanno accompagnato le mie estati.

Il conte di Montecristo di A. Dumas: è la lettura estiva per eccellenza. Adatta ai momenti in cui vogliamo abbandonare i nostri abiti e vestirci con quelli di un misterioso e affascinante straniero. Romanzo di intrattenimento per eccellenza, ma anche dotato di quella leggerezza pensosa che hanno solo gli autori francesi. L’ho letto un’estate di qualche anno fa, in riva al mare. Alcune pagine sono state leggermente strappate dal vento, ma le ha anche impregnate dell’odore del mare.

A con Zeta di Hakan Gunday: avete presente quelle storie che creano dipendenza? Quelle dai protagonisti indimenticabili e i temi importanti? Quelle che ti strappano un sorriso, ma fanno anche scendere fiumi di lacrime? Ecco, Hakan Gunday è lo specialista di questa tipologia di storie. A con Zeta ci racconta di due opposti. Di un inizio e di una fine. Due infanzie abbandonate, due richieste d’aiuto, due anime che si cercano. L’ho letto durante una strana estate in città. Mi ha risucchiato per un giorno. Un giorno incantevole, doloroso, imprevedibile e divertente.

Gli Addii di Juan Carlos Onetti: la cosa che più amo al mondo è la luce rarefatta dei tramonti d’estate. Quelli che ci colgono di sorpresa dopo un acquazzone, accompagnato dall’odore di terra bagnata e dal rumore delle foglie che scricchiolano sotto i nostri piedi. Leggere Gli Addii di Onetti è come essere colti da quella sensazione di spaesamento che ti prende quando il caldo afoso si trasforma in un imprevedibile venticello. Questo romanzo è la perfetta traduzione in parole del mio momento preferito in assoluto.

Le cose che restano di Jenny Offill: leggere questo romanzo è stato come andare sulle montagne russe. Il lettino su cui ero seduta si è trasformato in un carrellino. Il vento che quel giorno faceva correre le nuvole mi scompigliava i capelli e mi toglieva per qualche secondo la visuale della pagina. Grace, i suoi genitori, il suo viaggio inaspettato, le stelle, l’Africa, la storia dell’universo. Una lettura immersiva e appassionate: il libro dell’estate perfetto.

Prendila così di Joan Didion: la Didion è la fedele compagna delle mie estati. La sabbia rossa del deserto, il caldo afoso e soffocante. Personaggi fragili e in bilico, sbronze epocali, sigarette e viaggi in macchina. La Didion ti fa dimenticare chi sei, perché hai peso sul cuore e soprattutto che stai leggendo: i suoi libri te li fa vivere, i suoi personaggi te li fa assaporare, un’estate come un’altra la fa diventare perfetta.

Cinque libri per rivivere cinque estati.

Per me sta arrivando un caldo (caldissimo) autunno!

 

(Questo articolo è apparso anche sul blog Non riesco a saziarmi di libri)

Facebook Twitter Share on Google+
Inserito il Consigli di lettura;
Inserito 21 giorni fa

Inserisci il tuo commento

Assicurati di aver effettuato l'accesso per poter commentare . Accedi Qui.

Commenti

Nessuno ha ancora commentato questa pagina.

RSS feed per i commenti a questa pagina | RSS feed per tutti i commenti

Newsletter
Rimani sempre aggiornato e in contatto con noi

Twitter

© 2017 La scimmia dell'inchiostro

Login

×